La Mercedes-Benz amplia la famiglia di Classe A, che è giunta recentemente alla sua quarte generazione, realizzando la L Sedan. Questa vettura verrà presentata ufficialmente al Salone di Pechino e sarà indirizzata quasi esclusivamente al mercato cinese, dove le tre volumi compongono una fetta importante delle vendite di ogni marchio. Trattandosi di un modello sviluppato con la Cina come obiettivo, la quattro porte sarà esclusivamente prodotta a Pechino dalla BBAC, una joint venture creata dalla Daimler insieme ai partner locali della Baic. Sarà molto difficile che questo modello venga importato in Europa, dove invece verrà realizzata una nuova generazione di CLA, che avrà poco in comune con la L Sedan.

Stilisticamente la Classe A L Sedan ha moltissimo in comune con la nuova Classe, della quale condivide il musetto e gli interni praticamente uguali, mentre la coda è stata aggiornata e presenta uno stile molto diverso rispetto a quello della precedente quattro porte compatta della Stella, la CLA. La Sedan e la CLA saranno due cose distinte, la prima infatti avrà una coda più tradizionale che favorirà l’accesso ai passeggeri, mentre la CLA disporrà di linee più tese ispirate al mondo delle coupé.

La Classe A L Sedan dispone di un passo più lungo di sei centimetri (2.789 mm) rispetto alla Classe A, e questo va a vantaggio dei passeggeri posteriori che possono contare su una maggiore ampiezza per le gambe e su aperture più ampie delle portiere, pensate per facilitare l’accesso al divano posteriore. Lunga 4.609 mm, alta 1.460 mm e larga 1.796 mm, la Classe A L Sedan dispone di un bagagliaio da 420 litri. 

I motori inizialmente previsti sul mercato cinese sono: il quattro cilindri da 1.3 turbo nelle versioni A 180 L da 136 CV e A 200 L da 163 CV in attesa del debutto di un 2.0 litri turbo da 190 CV. Tutte le versioni saranno proposte di serie con cambio automatico doppia frizione 7G-DCT e trazione anteriore, mentre solo alcune motorizzazioni disporranno del sistema a quattro ruote motrici 4Matic.