Mercedes Classe G compie 37 anni. Un mito nato nel 1972 a seguito di un contratto di cooperazione tra Daimler-Benz e Steyr-Daimler-Puch, firmato a Graz, dove ha inizio la progettazione della Classe G che dopo tre anni inizia a essere prodotta in serie, costruendo nuovi impianti produttivi proprio nella città austriaca, dove il modello viene costruito ancora oggi attraverso un processo di lavorazione prevalentemente artigianale.

Per la première sul mercato, nella primavera del 1979, erano disponibili quattro motorizzazioni con una gamma di potenze comprese tra i 72 CV ed i 150 CV, offerte sia in versione cabrio a passo corto che station wagon a passo corto o lungo. Una gamma ampliata nel 1989 a seguito di continui processi di miglioramento: oltre al modello originario, rielaborato con la sigla costruttiva interna 460 e da allora destinato prevalentemente ad un utilizzo professionale, fanno la comparsa i modelli denominati 463.

Oggi Mercedes Classe G dispone della nuova trazione integrale permanente, di bloccaggi del differenziale sull’asse anteriore e posteriore compresi nella dotazione di serie e di differenziale centrale bloccabile al 100% oltre alla possibilità di equipaggiare la vettura con l’ABS. Gli allestimenti, invece, si distinguono per un maggiore comfort dei sedili e rivestimenti interni migliorati. Due le motorizzazioni disponibili: un 6 cilindri diesel da 245 CV e il nuovo 4.0 V8 benzina da 422 CV sviluppato da Mercedes-AMG che per i più sportivi propone la G 63, equipaggiata con un V8 da 571 CV, e la G 65 che con il suo V12 da 630 CV rappresenta il fuoristrada più potente ed esclusivo al mondo.

Al vertice della piramide di Mercedes Classe G c’è il sorprendente G 500 4×4² che ha raccolto l’eredità della AMG G 63 6×6 e la catena cinematica in forma riadattata per le vetture a trazione integrale permanente con assi a portale. G 500 4×4² può contare su carrozzeria e telaio a longheroni e traverse che riescono a gestire l’incremento di potenza senza la necessità di aggiungere alcun tipo di rinforzo. Il vano motore ospita il nuovo V8 4 litri di cilindrata con iniezione diretta e sovralimentazione biturbo con 422 CV di potenza a fronte di 610 Nm di coppia massima ed è conforme alla norma Euro 6, compreso il regolamento che limiterà l’emissione massima di particolato a partire dal 2016. Il propulsore si basa sulla nuova generazione di motori V8 progettata da Mercedes-AMG che già equipaggia Mercedes-AMG GT e Mercedes-AMG C 63.