In occasione dell’Electric Day, Mercedes-Benz ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia l’esposizione Missione Futuro, un programma già operante in Germania e rivolto a bambini di età compresa tra i sei e gli undici anni. La domanda da cui parte il percorso ludico-divulgativo per i bimbi è semplice: “Come ci muoveremo in futuro?”. La risposta si snoda attraverso esperimenti, giochi e percorsi didattici in modo da stimolare l’interesse dei bambini in materie come la matematica, l’informatica, le scienze e la tecnica per comprendere al meglio gli incredibili sviluppi e le molteplici possibilità che offre la mobilità sostenibile. Missione Futuro risveglia la curiosità dei bambini nei confronti della ricerca e permette di sperimentare la mobilità del futuro, le forme di alimentazione e le energie alternative, l’impiego di materie prime rigenerabili nella progettazione di automobili e il collegamento in rete di auto e infrastrutture. Missione Futuro propone argomenti di stampo scientifico e tecnico, rendendoli divertenti e facilmente comprensibili.

Mercedes-Benz Milano, i bimbi imparano divertendosi

L’esposizione permette a bambini e visitatori di confrontarsi in modalità interattiva con argomenti quali elettromobilità, collegamento in rete, materiali e processo di design delle automobili. Al centro dell’esposizione un concept rivoluzionario, probabilmente destinato a circolare su strada in futuro: la Mercedes-Benz Biome. Un prototipo di origine interamente organica, realizzato da semi diversi, completamente ispirato alla natura. Anche se si tratta ancora di ipotesi future, la sezione dedicata alle materie prime rigenerabili illustra quali siano i materiali naturali impiegati già oggi nell’industria automobilistica. Nell’area tematica dell’elettromobilità, adulti e bambini possono acquisire informazioni sulla produzione di energia, sul relativo immagazzinamento ed utilizzo, per poi arrivare addirittura a produrre autonomamente energia.

Le 10 fasi che portano alla realizzazione di una Mercedes

L’area dedicata al collegamento in rete e alla sensoristica spiega, invece, come l’auto stia diventando protagonista sempre più attiva della circolazione e sia in grado di tenere perfettamente sotto controllo l’ambiente che la circonda. Particolare attenzione è riservata anche all’interazione tra automobili. Nell’area espositiva riservata al design, il visitatore può conoscere le dieci fasi che portano alla realizzazione di una Mercedes-Benz. I piccoli artisti in erba possono, inoltre, esprimersi in piena libertà con l’album da disegno e con il tablet e gestire così le funzioni dell’abitacolo del futuro avvalendosi soltanto della propria gestualità.

Al Mercedes-Benz Milano si costruisce un motore elettrico

Genius, la giovane knowledge community di Daimler, integra l’esposizione con workshop di argomento tecnico a cui le scolaresche prendono parte subito dopo la visita all’esposizione. I giovani visitatori possono così subito mettere in pratica nei workshop le impressioni raccolte durante la visita. Durante il workshop ‘Elettromobilità’ bambini e ragazzi costruiscono un motore elettrico mentre i workshop di tipo pratico sono concepiti in funzione della fascia di età di appartenenza: i moduli ‘Design’ e ‘Materiali’ sono rivolti a bambini delle classi dalla prima alla quarta della scuola primaria, mentre i workshop ‘Elettromobilità’ e ‘Guida sicura’ sono rivolti agli allievi delle classi quinte della scuola primaria e delle classi prime della scuola secondaria di primo grado. Con questa iniziativa il gruppo Daimler e Mercedes-Benz sottolineano il proprio impegno ad andare oltre la vocazione commerciale con iniziative concrete sul territorio volte alla formazione ed allo sviluppo culturale e sociale nei Paesi in cui operano. Missione Futuro (qui tutte le informazioni) è visitabile fino al 24 aprile presso il Mercedes-Benz Center di Milano, situato in Via Gallarate 450 (fermata della metropolitana M1 Molino Dorino).