La Germania e le sue industrie automobilistiche hanno saputo resistere molto bene alla crisi economica e rispetto a molte altre aziende europee dello stesso settore, hanno accusato il colpo della riduzione delle vendite e sono riuscite a sopravvivere bene. Peccato per i danni all’immagine.

La professionalità e la qualità delle macchine Mercedes è indiscussa, qualche volta però l’immagine della società può essere messa in discussione dall’operato delle officine autorizzate.

L’incidente che vi stiamo per raccontare riguarda la sostituzione di un dispositivo.

Un cliente Mercedes è stato derubato del navigatore di bordo e per questo si è rivolto ad una officina autorizzata Mercedes per chiederne la sostituzione. Una volta ritirata la vettura ha ritirato anche il conto, leggermente salato, dell’operazione: 5.610 euro.

Peccato però che questo cliente Mercedes di Milano, una volta salito sulla macchina abbia trovato il navigatore di bordo con numeri telefonici e destinazioni tedesche.

Il cliente si è messo in contatto con il centro assistenza Mercedes in Olanda, dichiarando che gli era stato venduto per nuovo un navigatore di bordo usato. Un dispositivo che non era stato revisionato e conteneva le informazioni sul vecchio proprietario.

L’officina si è dunque impegnata a restituire la differenza economica per l’acquisto di un nuovo navigatore di bordo ed ha promesso anche un rimborso.