La notizia era nell’aria, ma adesso è diventata realtà, la Mercedes GLC Coupé è finalmente arrivata ad essere un modello di serie a tutti gli effetti, e così la BMW è consapevole di avere un altro osso duro da affrontare sul mercato oltre alla GLE Coupé che fa concorrenza alla X6.

Esteticamente, il nuovo SUV della Stella a Tre Punte presenta un aspetto che richiama in tutto e per tutto quello della sorella maggiore, a partire dai gruppi ottici anteriori e posteriori, fino ad arrivare al tetto spiovente. Quello che cambia sono le dimensioni, ovviamente più contenute rispetto a quelle di una GLE Coupé.

Con ingombri meno evidenti, la GLC Coupé dovrebbe garantire una maggiore verve tra le curve, e il Dynamic Select, che consente di scegliere le modalità di guida più in linea con i desideri del conducente e con la tipologia del percorso, di serie, ne è una testimonianza.

Oltre tutto, tra gli optional, è possibile scegliere anche le sospensioni pneumatiche per rendere la guida ancora più precisa e soddisfacente anche nei percorsi misti più impegnativi. Un must offerto dalla Mercedes a chi vuole una vettura ancora più affilata tra le curve.

Chiaramente, come per gli altri modelli della Stella a Tre Punte, anche per la GLC Coupé sono disponibili diverse motorizzazioni con potenze che vanno dai 170 CV fino ai 367 CV. Si parte con le varianti 220d e 250d, con il motore turbodiesel da 170 CV e 204 CV, e si arriva alla AMG 43 4Matic con ben 367 CV capace di garantire uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 5 secondi.

Più avanti arriverà anche la variante ibrida plug-in di questa Mercedes, la 350e, capace di percorrere oltre 30 km senza utilizzare il motore termico, e, all’occorrenza, di garantire prestazioni fuori dall’ordinario come un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in soli 5,9 secondi ed una velocità massima di 235 km/h.