Il mercato dell’usato delle due ruote in Italia vale 1,5 miliardi di euro. A rivelarlo, assieme ad altri numeri molto interessanti concernenti questo settore commerciale, è una ricerca condotta da Subito.it e presentata durante Eicma 2015, l’Esposizione Mondiale del Motociclismo.

Il sito numero uno nella compravendita online, dall’alto dei suoi otto milioni di utenti, ha precisato come il 42% dei motoveicoli usati venduti in Italia transita proprio su Subito e che, in generale, i siti di compravendita generalisti vengono consultati dal 31% degli italiani interessati alla compravendita di motoveicoli.

I motivi sono molteplici, ma su tutti c’è la facilità di utilizzo. Le persone trascorrono sempre più tempo online e accedono ai social network non solo per relazionarsi con amici e parenti, ma anche per documentarsi su prodotti da vendere (57%) e da acquistare (39%), confermandone l’efficacia nel 31% dei casi per i primi e nel 25% per i secondi.

Gli scooter (62%) e le moto (38%) sono le categorie più acquistate per un valore medio dichiarato di 2.550 Euro: “La crescita del mercato della Second Hand Economy rappresenta per noi che operiamo in questo settore una leva importante e un forte driver di business. Il comparto delle due ruote ricopre in particolare un ruolo strategico e il nostro obiettivo è quello di dare alle persone la possibilità di realizzare i propri desideri, trovando online ciò che cercano in modo veloce e intuitivo. A conferma di questo trend circa il 70% degli acquirenti e dei venditori si affiderà ancora a siti come Subito e l’85% dei nostri clienti PRO continua a sceglierci”, commenta Francesca Protopapa, Marketing Director Subito.

La scelta dell’usato per 1 guidatore su 4 nasce dal desiderio di realizzare un sogno nel cassetto con un occhio al risparmio (34%) derivato da un modo intelligente di fare economia (19%), dalla varietà dell’offerta (40%) e dalla vicinanza geografica (82% conclude l’affare nella propria provincia e il 52% nella propria città). Inoltre i siti generici – tra cui Subito per il 69% - permettono di concludere affari più velocemente: in meno di 6 mesi avviene il 76% degli acquisti e il 69% delle vendite.