Un colloquio amichevole può dire niente e tutto. Sebastian Vettel e Stefano Domenicali sono stati avvistati dialogare nei box di Singapore. La stampa tedesca non ha perso tempo rilanciando un possibile futuro approdo in Ferrari del tedesco della Red Bull. E i sorrisi dei protagonisti rafforzano i sospetti. La recente intervista tenuta da Mark Webber a Sky non può che dare ulteriore linfa a questa possibilità: “Quello che la Ferrari farà dopo la firma di Raikkonen è cercare di convincere Seb a muoversi dalla Red Bull” ha detto l’australiano, prossimo all’addio alla F1.

A Maranello si sta già pensando al dopo-Alonso e questo è facile da intuire. Se Vettel dovesse centrare il poker iridato (più che probabile) potrebbe decidere di cambiare aria (magari nel 2015) e ritoccare il suo conto in banca mentre Fernando Alonso potrebbe decidere di fare le valigie sia in caso di convivenza difficile con Raikkonen sia in caso di scarsità di risultati.

Anche Marca sostiene che Domenicali e Vettel non si siano incontrati a Singapore per caso. Per ora il team principal di Maranello la butta sul ridere: “Ho letto che molti piloti vorrebbero venire da noi, e questo è fantastico! Ho letto che anche Webber sarebbe dovuto arrivare. Onestamente non c’è niente di niente e quindi non dico nulla. Fa parte del gioco”. Vero. Ma se Alonso dovesse decidere davvero di lasciare la rossa non rimarrebbe che gettarsi a capofitto sul campione del mondo.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI:

GP Singapore 2013: marziano Vettel, Alonso primo tra gli umani

Dall’Inghilterra: Alonso tornerà alla McLaren

Raikkonen alla rossa per proteggersi da Alonso