Il settore dell’automotive inizia tirare un sospiro di sollievo, i dati di vendita migliorano sensibilmente di mese in mese tanto che a marzo la percentuale di crescita è stata del 15,1%. Un dato significativo che evidenzia i segnali di una ripresa tanto attesi da chi lavora nelle attività legate alle 4 ruote.

Le 161.303 immatricolazioni del mese scorso però, sono solo la ciliegina sulla torta di un primo trimestre positivo che ha fatto segnare un aumento delle vendite del 13,5%. Ma non si tratta per lo più di dati provenienti dal settore del noleggio, anche i privati stanno tornando ad acquistare e questo è un segnale ancora più significativo. Infatti, se i noleggiatori hanno fatto segnare un aumento delle immatricolazioni del 23,1%, gli automobilisti privati hanno contribuito con un segno positivo del 13,5%.

Tra i marchi con il vento in poppa segnaliamo Dacia, che fa segnare un + 41,8%, Opel (+24,74%), Hyundai-Kia (+22,53%), Ford (+21,92%), Renault (+19,67%), Nissan (+18,79%) e Toyota (+18,17%). Buone notizie anche per il Gruppo FCA (+17,15%), dove il Marchio Fiat è cresciuto del 15,91%, mentre Jeep addirittura del 249,3%. Interessanti le performance tra i gruppi premium di Daimler (+19,37%) e BMW (+11,93%), mentre le vendite Maserati crescono del 38,84%.

La più amata dagli italiani si conferma la poliedrica e simpatica Fiat Panda, con 13.534 unità vendute, davanti alla spaziosa Fiat 500 L ed alla Lancia Ypsilon, anch’esse sul podio di Marzo. Tra le prime 10 segnaliamo la scalata della Opel Corsa, entrata nelle simpatie degli automobilisti italiani al punto di scavalcare rivali del calibro della Volkswagen Polo e della Toyota Yaris. Notevoli anche le performance della Renault Clio, della Volkswagen Golf e della Ford Fiesta, sempre apprezzata dal “nostro” mercato.

Migliorano le percentuali di vendita dei veicoli ecosostenibili, con le ibride che hanno fatto segnare un +29,4%, arrivando a conquistare l’1,5% del mercato, e le elettriche cresciute del 138,7% grazie alle 327 unità immatricolate a marzo.