Comprare un’auto nuova, con l’attuale situazione economica, il continuo aumento delle tasse e la precarietà del lavoro, è una pratica che molti automobilisti tendono ad evitare, piuttosto aumenta la richiesta di vetture usate, come dimostrano i dati del 2015.

Come riporta il mensile Auto-Trend, i passaggi di proprietà netti sono cresciuti del 6.4% da gennaio a giugno. Un trend positivo del mercato dell’usato che nel mese di giugno ha visto protagonista la Lombardia, capace di far segnare un incremento del 15,2%, che corrisponde 36.514 passaggi.

Sul podio delle vendite dell’usato per lo stesso periodo salgono anche il Lazio, con 23.411 passaggi, ovvero un aumento del 3,6% e la Campania con 20.188 passaggi, per un incremento del 17,5%. Un risultato interessante che sottolinea la necessità di rinnovare il parco auto, magari con modelli meno freschi, ma comunque più efficienti e sicuri.

La città che detiene il maggior numero di operazioni di passaggio di proprietà andate a segno, relativamente al periodo di giugno, è quella di Roma, con 17.168 passaggi, mentre seguono Milano con 11.119 passaggi e Napoli, dove quest’ultimi si attestano sul valore di 10.559.

Interessante notare che l’incremento più elevato in materia di passaggi, è quello che è stato riscontrato nel mese di giugno nella provincia di Oristano, dove la percentuale si attesta in un + 41,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Infatti, nella realtà sarda i passaggi sono stati 732 contri i 516 dell’anno precedente.

Quindi, in Italia, se il nuovo accenna ad una timida ripresa, l’usato è un settore che continua a crescere, dopo tutto molte case offrono formule interessanti, che mirano a salvaguardare la qualità delle auto già immatricolate, in modo da offrire ai futuri acquirenti delle garanzie importanti.

Insomma, che sia un’ammiraglia o una city car, in Italia è molto probabile che venga acquistata da usata, magari sfruttando il deprezzamento del primo anno che rende più accessibili anche auto premium dai costi notoriamente impegnativi.

Di conseguenza, per incentivare il nuovo, sono molte le strategie e le offerte messe in atto dai costruttori, e in tutto questo turbinio di proposte i più avvantaggiati sono gli acquirenti, che si ritrovano con una serie di offerte davvero allettanti.