Mercato auto settembre 2016 - Continuano a crescere le immatricolazioni di auto in Italia: settembre registra +17,4% e 1.406.000 vetture vendute nei primi 9 mesi (+17,4%).

Il nono mese dell’anno chiude confermando il trend di crescita, con 153.617 vetture immatricolate rispetto alle 130.820 del settembre 2015. I primi 9 mesi archiviano 1.406.035 vetture vendute, con il medesimo aumento del 17,4% sulle 1.197.274 del gennaio-settembre 2015: “I dati di settembre confermano che l’auto resta un bene centrale nella mobilità per l’opportunità data dalle forti promozioni commerciali e dalle agevolazioni fiscali, per affrontare un bisogno di sostituzione del parco anziano, rinviato per troppo tempo - afferma Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilitiche estere. - Il risultato del mese di settembre conferma la nostra previsione di un mercato quest’anno vicino a 1.850.000 immatricolazioni, con una crescita a doppia cifra, migliore delle aspettative di inizio anno”.

Spiccano le performance nel mese di noleggio e società. Il primo cresce nel complesso del 38,4%, raggiungendo il 17% di quota, grazie all’incremento del 78,9% del breve termine e del 31% del lungo termine. Nel cumulato dei primi 9 mesi la crescita in volume è pari al 16%, con una rappresentatività del 21% sul totale. Anche le società segnano un sostanzioso incremento: +16,5% nel mese, al 23,3% di quota e +25,1% nel cumulato. Dal canto loro gli acquisti delle famiglie incrementano i propri volumi del 4,8% nel mese, scendendo in quota al 59,7%. Nei 9 mesi dell’anno le immatricolazioni crescono del 16,2%, rappresentando il 61,7% del totale mercato.

Sul fronte delle alimentazioni, buona crescita a doppia cifra per il diesel (+24,8%), la benzina (+17,1%), le vetture ibride (+44,5%) e le elettriche, ad un +64,4%. Continuano a contrarsi, invece, i volumi di GPL (-8,3%) e soprattutto di vetture a metano (-45,2%), che si fermano a rappresentare appena un 2% del totale mercato. Infine, il mercato delle vetture usate segna in settembre 392.072 trasferimenti di proprietà, al lordo delle minivolture, in aumento del 1,5% rispetto ai 386.347 dello stesso periodo 2015. Nei 9 mesi i trasferimenti sono 3.502.614, in crescita del 5,8% sui 3.310.491 del gennaio-settembre 2015.