Siamo tornati indietro di 50 anni. E’ quanto emerge dai dati sulle immatricolazioni di agosto in Italia. Siamo scesi a 52.997 esemplari nuovi venduti, il 6,6% in meno rispetto ad agosto 2012, che già era un valore molto basso.

Praticamente mezzo secolo buttato via. Secondo quanto dichiara Roberto Vavassori, presidente dell’Anfia (Associazione nazionale filiera automobilistica): “I livelli di immatricolazioni di agosto non erano così bassi dal lontano 1962, quando le immatricolazioni furono appena 49.7661“.

Il punto più dolente della situazione è sempre lo stesso: le tasse. In particolare le accise sui carburanti. Il peso fiscale sul prezzo alla pompa in Italia incide per il 58% sulla benzina e per il 55% sul diesel. Per non parlare del resto.

Per quanto riguarda le vendite dei singoli modelli, la top ten ad agosto vede: Fiat Punto, Panda, 500L, Lancia Ypsilon, Citroen C3, 500, Ford Fiesta, Renault Clio, Nissan Qashqai e Volkswagen Golf.

Nei diesel, la 500L precede C3, Golf, Clio, Punto, Qashqai, Audi A3, Peugeot 208, Panda e Fiesta.

Qui sotto potete consultare le vendite complessive delle varie marche ad agosto e dall’inizio dell’anno, insieme alle quote di mercato. I dati sono diffusi dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.