Scende sempre, ma un po’ meno: è la sintesi ricavabile dai dati sulle immatricolazioni a giugno nel mercato italiano. Nel mese scorso, secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, sono state registrate 122.008 autovetture; si tratta del 5,5% in meno rispetto a giugno 2012. Considerando l’intero primo semestre, siamo a quota 731.203 immatricolazioni, il 10,3% in meno rispetto all’anno precedente. E’ cresciuta il mese scorso la quota di mercato delle auto alimentate a metano (5% contro 3,6%), mentre è calato il Gpl (9,1% contro 9,5%); i diesel salgono da 52,9% a 53,8%; le vetture a banzina scendono al 31% contro il 33,4%.

Sui singoli modelli, restano invariate a giugno le prime quattro posizioni: Fiat Panda, Punto, 500 e Lancia Ypsilon. Fra i diesel compie un grosso balzo la Citroën C3, che sale dall’ottavo al primo posto nel mese; seguono Fiat 500 L, Volkswagen Golf e Nissan Qashqai. Nel semestre la 500 L si scambia la posizione con la Golf; entra nelle top ten la Mercedes Classe A.

Per quanto riguarda le quote di mercato dei singoli marchi, a giugno la migliore performance è stata registrata dalla Mazda, salita del 34,85%. La Ford è cresciuta del 18,37%, la Nissan del 12,66%, la Kia del 7,3%. Fiat è scesa dell’8,62%, Toyota del 9,17%, Alfa Romeo del 27,36%, Lancia del 34,86%.

Nel primo semestre la Kia ha segnato il maggiore progresso: 18,35%; segue la Mazda col 14,32%, Land Rover con l’8,55%.

La quota complessiva di mercato nei primi sei mesi del 2013 vede la Fiat col 20,63%, davanti a Volkswagen (8,12%), Ford (7,24%), Opel (5,71%), Lancia (5,29%) e Citroën (5,25%).