Le immatricolazioni di autovetture nuove continuano a crescere nel vecchio continente. Per il 34esimo mese consecutivo il mercato auto in Europa aumenta i volumi e riporta i valori al 2007. Nel mese di giugno sono state immatricolate 1.507.303 vetture, con una crescita del 6,5% rispetto alle 1.414.756 di giugno 2015. Scorrendo i dati dei 28 paesi europei più EFTA, l’Italia è al primo posto con una crescita dell’11,9% seguita da Spagna a +11,2% e Germania a +8,3%. Le concessionarie italiane e spagnole chiudono il semestre con dati incoraggianti sul fronte della crescita, mentre non succede la stessa cosa per i dealer inglesi e francesi, rispettivamente fermi ad uno sconfortante -0,8% e +0,8%.

Renault e FCA, boom di immatricolazioni

Analizzando le performance dei vari costruttori Renault regista un ottimo giugno con un crescita del 19,9% rispetto allo stesso periodo nel 2015, grazie alle 181, 359 vetture immatricolate tra Renault e Dacia. Periodo molto positivo anche con FCA, grazie al +12,9% e a 98,680 mezzi immatricolati. Ottimi numeri per BMW e Daimler, rispettivamente cresciute del 15,7% e del 16,1%. Il Gruppo Volkswagen chiude giugno in prima posizione come volumi – pari a 349,180 veicoli – ma vede la crescita aumentare di un risicato 1%. Lieve flessione invece per il Gruppo PSA, che registra un -1,1% con 150,678 immatricolazioni.

Immatricolazioni europee per semestre

 Andando a guardare i dati del mercato auto Europa nei primi sei mesi, le immatricolazioni hanno superato gli 8 milioni di veicoli (precisamente 8.090.870 unità) sono aumentate del 9,1% rispetto allo stesso periodo del 2015. Nel primo semestre dell’anno troviamo prima posizione la Germania (1.733.839 unità, +7,1%), Regno Unito (1.420.636 unità, +3,2%), Francia (1.102.429 unità, +8,3%) e Italia con 1.041.854 immatricolazioni e un aumento del 19,2%.