Mercato auto Europa 2016 - Nel mese di novembre l’Europa dei 28+Efta torna a crescere, segnando così la 37^ crescita negli ultimi 39 mesi, grazie al principale contributo di Spagna (+13,5%), Italia (+8,2%) e Francia (+8,5%). Il Regno Unito cresce del 2,9%, mentre la Germania, con un modesto +1,5%, si riprende dalla flessione registrata in ottobre.

Le vetture immatricolate nel mese, secondo i dati rilasciati dall’ACEA, l’Associazione dei Costruttori Europei, sono state 1.189.181, in crescita del 5,6% sulle 1.125.605 di novembre 2015. A un mese dalla fine dell’anno l’Europa dei 28+Efta sfiora la soglia dei 14 milioni di veicoli immatricolati (13.938.273), in aumento del 6,9% rispetto all’anno precedente (13.039.805 unità), proiettando a fine anno un incremento di circa un milione di auto in più rispetto al 2015.

“E’ un segno tangibile che l’investimento che molti Paesi hanno fatto sul rinnovo del parco, come Spagna e Regno Unito e in parte l’Italia con il Superammortamento sulle auto aziendali, ha funzionato – ha affermato Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere –. In particolare l’Italia ha visto le vendite di novembre sospinte prevalentemente dalle immatricolazioni a società e questa crescita è determinata soprattutto dall’anticipazione degli acquisti per usufruire delle agevolazioni fiscali del Superammortamento, che nel 2017 cesserà per quelle auto aziendali che non sono un bene strumentale per l’attività di impresa. Quindi dovremo gestire un calo di questo specifico settore nei primi mesi del prossimo anno, che si rifletterà sul potenziale di crescita del mercato”.

Fiat Chrysler Automobiles ottiene un risultato migliore rispetto a quello raggiunto dal mercato con una crescita del 10,1% e quasi 75.300 immatricolazioni, rispetto al +5,6 per cento registrato dal mercato. La quota del costruttore è stata del 6,3 per cento, 0,2 punti percentuali in più nel confronto con un anno fa. Nei primi undici mesi dell’anno le registrazioni FCA sono state 918.600, il 14,2 per cento in più nel confronto con l’anno scorso (in un mercato cresciuto del 6,9 per cento), con una quota del 6,6 per cento, in crescita di 0,4 punti percentuali.

FCA ha aumentato le vendite – sia in novembre sia nel progressivo annuo – con valori superiori alla media del mercato in Italia (+10,8 per cento nel mese e +18,8 per cento nell’anno), in Germania (rispettivamente +2,0 e +8,4 per cento), in Francia (a novembre +17,7 per cento e nel progressivo +11,9 per cento) e in Spagna (+43,1 per cento nel mese e +26,4 per cento nei primi undici mesi del 2016).