Valentino Rossi deve barcamenarsi tra le domande dei giornalisti che dopo il secondo pessimo risultato al MotoGP del campione pesarese, tornano ad accusare le performance della moto Ducati.Un po’ divertito e un po’ irritato, è così che appare Valentino Rossi ai microfoni dei giornalisti che gli chiedono un commento sulla sua pessima performance a Phillip Island.

Stoner è stato superbo, è vero, ma quando è stato dato per certo che Lorenzo non avrebbe partecipato alla gara, Rossi aveva quasi sperato di far bene. Anche perché le condizioni meteo leggermente critiche avevano fatto notare una Ducati in grande spolvero.

Con le gomme degli avversari che scivolavano continuamente a destra e sinistra, Rossi sembrava molto stabile. Davanti a sé vedeva nitidamente Hayden e Bautista.

Poi il professore racconta di aver iniziato a superare gli avversari sapendo che Pedrosa era già lontano. Quindi la manovra l’ha fatta con tutta calma, ma dopo il superamento di Bautista si è chiusa la ruota anteriore.

Il fatto che non fosse ancora in staccata gli ha causato un po’ di problemi. Poi con il sorriso dice di avere una moto, la Ducati, che non ha proprio voglia di superare.

Qualcuno insulta un po’ la sua vettura, ma Valentino non si sente di difendere il team tecnico. Stavolta.