Dal 2013, quindi dalla prossima stagione, il regolamento FIA cambierà di nuovo e sembra assodato che sarà introdotto il veto per il DRS Duct. Però ci sono due squadre, la McLaren e la Lotus, interessate a sviluppare il concetto del DRS in questa seconda parte della stagione. 

Tutta la storia del DRS Duct è iniziata con la Mercedes che ha pensato di costruirci la sua fortuna nel 2012. Siccome i risultati della casa di Stoccarda, almeno nelle fasi di test, erano davvero esemplari, molti altri team hanno provato ad imitare la soluzione DRS Duct dei tecnici tedeschi.

In questo che potremmo definire impropriamente “inseguimento”, la capofila è stata la Lotus che pur essendo contraria al DRS ha sviluppato l’idea e l’ha usata sia ad Hockenheim che a Budapest. Forse la Lotus userà questa soluzione anche a Monza e a Spa.

Adesso però sembra che anche la McLaren abbia intenzione di darsi al DRS-Duct e montare questo sistema sulla Mp4-27. A dirlo non sono le solite voci di corridoio ma il direttore sportivo Sam Michael che ha detto di voler inserire il doppio DRS tra gli aggiornamenti della seconda parte della stagione.

La soluzione adottata a Woking è diversa da quella della Lotus e deve esserne comunque, ancora studiata la fattibilità.