La McLaren ha avuto seri problemi nella gestione delle gomme anche se nei gran premi precedenti era stata esemplare nel comprendere l’usura degli pneumatici e nello studiare a tavolino le soste. Questo scivolone la mette in cattiva luce rispetto all’avversaria di sempre: la Red Bull. 

Witmarsh, alla luce di quanto visto per gli pneumatici a Valencia, ha detto che nella giornata di domenica non sarebbero mai riusciti ad agganciare la RB8 di Vettel. Un divario netto quello tra le due squadre che aveva regalato il successo ad Hamilton ma che adesso si volgeva a favore della Red Bull.

Il team principal della squadra di Woking, descrive così la sfida tra la sua scuderia e quella di Vettel che a Valencia ha conquistato con piglio deciso una pole molto importante:

Con il primo set di gomme  Hamilton andava bene, anche se Vettel scappava. Quantomeno avevamo un buon ritmo. Poi, con il successivo treno di pneumatici, abbiamo faticato oltre il lecito. Un comportamento inspiegabile.

Qualche parola è stata spesa anche per Button che alla fine della giornata è l’unico dei piloti McLaren che va a punti. Peccato che abbia perso il suo stile di guida, quello che gli ha consegnato il gran premio d’apertura a Melbourne.

Anche la Red Bull arranca e al di là dell’ottima pole c’è ancora qualcosa che non va sul motore. Il talento di Vettel e Webber non sembra adeguatamente supportato quest’anno.