Una volta scesa in pista la McLaren non è apparsa assolutamente all’altezza del Gran Premio del Belgio, una pista dove si premiano le auto più veloci guidate dai piloti più cinici. Soltanto nella seconda parte della giornata Button è riuscito a far segnare il miglior tempo. 

La Mp4-27 non è sembrata affatto veloce, o almeno non tanto veloce quanto si aspettava alla vigilia di Spa. I tifosi erano parecchio delusi ma poi ci ha pensato Button a dare loro una piccola grande soddisfazione. Hamilton, invece, finisce nelle retrovie un po’ deluso.

La prima sessione mattutina del sabato, i piloti hanno corso su una pista assolata. Button ha iniziato subito a lamentarsi del sottosterzo, mentre Hamilton ha esternato su Twitter le difficoltà di trovare l’assetto giusto per avere una macchina veloce. 

Nel pomeriggio, Hamilton, molto ottimista nella prima parte della giornata, non è riuscito ad invertire la tendenza della gara. Mentre è andato molto meglio Button che ha lamentato sempre un sottosterzo simile a quello delle prove libere, però in Q1 e in Q2 ha fatto registrare il miglior tempo. 

Button conquista così una pole position molto importante su una pista storica. Il primo posto in griglia, per Button, non c’era da almeno tre anni.