Alla McLaren continuano a darsi da fare per contrastare sul mercato delle supercar le varie Ferrari, Lamborghini e Porsche. Infatti, dopo la hypercar P1, proposta anche nella variante da utilizzare esclusivamente in pista e la realizzazione della 650S, anche con passo lungo, a Woking sono pronti per sfornare la sportiva che andrà a posizionarsi nella parte bassa della gamma.

Si tratta della 570S, attesa per il salone di New York, in programma dal 25 marzo al 6 aprile, quando farà il suo debutto ufficiale su un mercato decisamente importante per questo genere di vetture. Ovviamente, apparirà nella veste di coupè, mentre la spider potrebbe arrivare più avanti.

Il suo punto di forza sarà la leggerezza, visto che vanta una cellula abitativa in fibra di carbonio ed una carrozzeria realizzata in alluminio per un peso totale di appena 1313 kg, ovvero 150 kg in meno della concorrente di riferimento, la quale però non è stata specificata dalla McLaren.

Compatta, con una lunghezza di 4,5 metri, la 570S è spinta da un V8 biturbo da 3,8 litri capace di 570 CV erogati a 7.400 giri e di una coppia di 600 Nm espressa tra i 5.000 ed i 6.500 giri. Con la trazione posteriore ed un cambio a 7 marce con comandi al volante, la guida si annuncia entusiasmante.

Oltretutto, la presenza degli pneumatici Pirelli PZero Corsa, montati su cerchi da 19 pollici all’anteriore e da 20 pollici al posteriore, e dei freni carboceramici, rendono ancora più alte le aspettative dinamiche di questo bolide inglese.

Da riferimento le prestazioni con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in appena 3,2 secondi, una progressione che arriva a 200 km/h, sempre con partenza da fermo, in 9,5 secondi, ed una velocità massima di ben 328 km/h. Insomma, ce n’è abbastanza per mettere in difficoltà persino le sorelle maggiori su un tratto di pista ricco di curve.

Nonostante le potenzialità velocistiche, la McLaren 570S vanta un’accessibilità dell’abitacolo migliorata, per essere ancora più versatile delle altre sportive di Woking nell’utilizzo quotidiano. Un particolare che svela l’intenzione di concorrere direttamente con la bestseller della categoria: la Porsche 911.