La Mazda si prepara per il Salone dell’Auto di Ginevra, dove presenterà la CX-5 di nuova generazione nel Vecchio Continente e gli aggiornamenti del SUV di segmento B, la CX-3, e della sua utilitaria premium, la 2. Una serie di novità che incarnano le ambizioni crescenti del Brand di Hiroshima.

L’attesa per la CX-5 è davvero elevata, perché rappresenta un salto generazionale importante, non solo a livello stilistico, che pure è evidente per via di un corpo vettura più lungo, più basso e decisamente più slanciato di quello del modello attuale.

Sotto la carrozzeria, che risplende nelle sue forme grazie alla colorazione Soul Red Crystal, troviamo un’auto dall’abitacolo estremamente confortevole, grazie a nuovi sedili pensati per ridurre gli effetti della stanchezza, ed insonorizzato per tentare di smorzare in maniera decisamente efficace le vibrazioni provenienti dalle sospensioni.

Le più piccole CX-3 e Mazda 2 avranno anch’esse il G-Vectoring Control, che ha debuttato sulla Mazda 3, e potranno fregiarsi degli elementi di sicurezza attiva i-ACTISENSE ulteriormente affinati, oltre che dei fari adattivi a LED. Nuovi anche il volante ed il trattamento d’insonorizzazione degli interni.

L’arrivo sul mercato della nuova CX-5 è previsto in estate, mentre la CX-3 e la Mazda 2 riviste saranno disponibili già a primavera inoltrata.