Il 7 marzo ci sarà la prima giornata dedicata alla stampa nel Salone dell’Auto di Ginevra e la Mazda da appuntamento agli addetti ai lavori per presentargli in anteprima le novità che arricchiranno la sua offerta commerciale nel Vecchio Continente.

Chiaramente, le maggiori attenzioni saranno calamitate dal nuovo SUV della Casa di Hiroshima, la CX-5, arrivata alla seconda generazione, con un Kodo Design più avvincente e con tanta tecnologia a bordo.

Sotto pelle arriva un sistema che mira a rendere la guida ancora più sicura, denominato G-Vectoring Control, che gestisce la coppia motrice da erogare in base all’angolo di sterzo selezionato.

Nell’abitacolo inoltre, trova spazio l’head-up display che proietta i dati sul parabrezza ed il sistema per smorzare i rumori provenienti dall’esterno. Soluzioni di particolare interesse, così come la decisione di introdurre la CX-5 a gasolio anche sul mercato americano.

Oltre al SUV appena citato, a Ginevra vedremo le varianti 2017 della piccola 2, della 3, della 6, oltre al SUV compatto CX-3 ed alla roadster più venduta al mondo, la MX-5, adesso proposta anche con il tetto retrattile nell’affascinante versione RF.

Scendendo nei dettagli, la 3 riceverà la frenata automatica in città con riconoscimento pedoni, nuovi gruppi ottici, interni rivisti, ed il G-Vectoring Control. Lo stesso sistema ha già debuttato sulla 6, che ha subito un moderato restyling attraverso il quale ha guadagnato anche un assetto rivisto delle sospensioni ed il sistema per ridurre ulteriormente i rumori nell’abitacolo.