La Mazda comunica i prezzi del SUV compatto CX-3 in procinto di arrivare sul nostro mercato. Il listino ha un prezzo d’attacco competitivo, di 18.800 euro, e vanta 3 motorizzazioni, due benzina ed una diesel, con la disponibilità della trazione integrale e del cambio automatico.

Diciamolo subito, i 2 litri Skyactiv da 120 CV e 150 CV, per quanto evoluti e sofisticati non sembrano adatti ad una clientela come quella italiana, che è costretta a far fronte a continui aumenti del prezzo del carburante. Così, nonostante la variante 2 litri con la potenza minore dichiari consumi nell’ordine dei 5.9 l/100 km, gli automobilisti italiani troveranno senza dubbio più allettante la versione a gasolio, spinta dal 1.5 da 105 CV e accreditata di percorrenze che vanno dai 4 ai 5,2 l/100 km, a seconda che si tratti della 2WD o 4WD. Quest’ultima inoltre può essere abbinata al cambio automatico che richiede un sovraprezzo di 1.750 euro.

Tre gli allestimenti disponibili, Essence, Evolve ed Exceed, con il primo più scarno che annovera: cerchi d’acciaio da 16 pollici, clima manuale, sistema i-Stop, vetri elettrici e impianto audio. Il secondo risulta più equilibrato grazie ai cerchi in lega da 16 pollici, il volante multifunzione in pelle, il clima automatico, il sistema multimediale MZD Connect, il Cruise Control e lo Smart City Brake. Mentre il terzo è decisamente il più ricco per via dei cerchi in lega bicolore da 18 pollici, il navigatore satellitare, la retrocamera, i sensori di parcheggio, l’Active Driving Display, la Smart Key, il sistema di recupero dell’energia i-ELOOP (benzina da 150 CV) ed il Lane Departure Warning System.

I prezzi partono dai 18.800 euro della 2.0 Essence da 120 CV ed arrivano ai 26.750 euro della 1.5 diesel Exceed 4WD. La versione presumibilmente più appetibile per il mercato italiano, ovvero la 1.5 diesel 2WD Evolve, ha un prezzo di 21.900 euro.

Dunque, adesso che il listino della CX-3 è stato reso noto, parte la caccia alle concorrenti, dalla Juke, alla 500 X, passando per la Captur e la 2008, e la Mazda rilancia la sua offensiva commerciale proprio sul segmento che promette i più ampi margini d’espansione.