L’avevamo vista dal vivo in occasione del salone di Ginevra, contraddistinta da un design dinamico e personale e con delle proporzioni intriganti, stiamo parlando della nuova Mazda CX-3, che è in procinto di debuttare sul mercato all’inizio dell’estate.

Con un’immagine importante e la cura costruttiva che contraddistingue le ultime creazioni Mazda, la CX-3 vanta un aspetto premium e va a posizionarsi in un segmento di mercato, quello dei SUV compatti, in costante ascesa.

Tra le innovazioni presenti su questa vettura segnaliamo l’Active Driving Display, una sorta di Head-up display che debutta per la prima volta in questa categoria.

Proposta sia in variante 2WD che con la trazione integrale, avrà un infotainment all’avanguardia gestibile sia attraverso lo schermo touchscreen da 7 pollici che mediante la pratica rotella presente sul tunnel centrale, denominata Hmi Commander.

Sotto il cofano ritroveremo il 2 litri Skyactiv-G, forte dell’iniezione diretta di benzina e del sistema start&stop, che può avere anche il dispositivo di recupero d’energia denominato i-Eloop. Oltre, a quest’unità, declinata in 2 livelli di potenza, 120 CV (2WD) e 150 CV(4WD), sarà disponibile anche il 1.5 Skyactiv-D, presumibilmente quello più richiesto sul nostro mercato.

Si tratta di un propulsore che sarà capace di erogare 105 CV e 270 Nm di coppia a soli 1.600 giri e che consentirà, in base ai dati dichiarati dalla Casa di Hiroshima, di percorrere 100 km con appena 4 litri di gasolio nella variante 2WD.

Dotata di tutti gli ultimi sistemi di sicurezza attiva: dal dispositivo che segnala la presenza di altri veicoli nell’angolo cieco, fino a quello che avvisa il conducente del superamento involontario della carreggiata,

la CX-3 si annuncia agile e leggera per via dell’utilizzo di acciai ad alta resistenza con cui verrà realizzato il 63% della vettura, e vuole recitare un ruolo di protagonista nel mercato dei SUV compatti.