La filosofia costruttiva di Mazda, da sempre, implica lo sviluppo di  nuove soluzioni per migliorare confort, emissioni e guidabilità di ogni modello. A questa scelta costruttiva non poteva certo sfuggire la sua ammiraglia, la 6, ancora più ricca di dispositivi atti a rendere l’esperienza di guida più intima ed esaltante con l’arrivo del MY 2017.

L’ultima evoluzione della Mazda 6 infatti, presenta dispositivi come il Natural Sound Smoother, che migliora l’insonorizzazione del propulsore a gasolio, l’High-Precision DE Boost Control, deputato al  controllo della pressione di sovralimentazione al fine di ottenere una riduzione dei consumi ed una risposta all’acceleratore simile a quella di un’unità aspirata, ed il G-Vectoring, che controlla l’erogazione della coppia motrice in base agli input che l’auto riceve dal volante.

A questi sistemi si unisce la ricerca maniacale del contenimento il peso mediante acciai ad altissima resistenza, per ottenere una dinamica di guida sempre più intrigante, visto l’uomo è al centro di ogni progetto Mazda.

Chiaramente, queste innovazioni si trovano sotto pelle, nascoste dalle forme affascianti della Mazda 6 che, in questo aggiornamento, sono rimaste sostanzialmente invariate, se si escludono alcuni dettagli. D’altra parte, l’auto in questione non aveva bisogno di essere rivoluzionata nella linea, ancora moderna ed attuale.