Arriverà a fine anno sul mercato europeo ma fa già parlare di sé, si tratta della Mazda 3 2016, la quale, dopo 3 anni di onorata carriera, si appresta a ricevere l’immancabile restyling che mira a migliorarne soprattutto la guidabilità ed il comfort.

Esternamente, cambia la griglia anteriore ed il frontale guadagna nuove luci diurne a LED, ma è all’interno che arrivano sostanziali novità come in nuovo volante e l’Active Driving Display rivisto, con uno schermo a colori che si erge sopra la strumentazione e guadagna una grafica migliore.

Dal punto di vista dinamico, arriva il G-Vectoring Control, che contribuisce ad aumentare la stabilità della compatta di Hiroshima. Inoltre, lo Smart City Brake Support, ovvero il dispositivo di frenata automatica, vanta una telecamera che agisce al posto del laser ed il riconoscimento pedoni. Infine, grazie ai gruppi ottici anteriori Adaptive LED Headlights, con abbaglianti automatici, migliora anche la guida notturna.

Più comfort acustico con i dispositivi denominati Natural Sound Frequency e Natural Sound Smoother che, sui motori diesel, contribuiscono ad abbassare i livelli di rumore e vibrazioni. A livello di motorizzazioni troviamo la gamma a benzina che, nel Vecchio Continente, annovera il 1.5 da 100 CV, il 2.0 da 120 CV e 165 CV, e quella a gasolio che vede protagonista il 1.5 da 105 CV accanto al più potente 2.2 da 150 CV. Per quanto riguarda le trasmissioni invece, ci sarà il cambio manuale a 6 rapporti o una trasmissione automatica, sempre a 6 marce.

Ancora non si conoscono i prezzi di questa Mazda compatta, che non dovrebbero subire aumenti sostanziali rispetto al listino attuale.