Se il buongiorno si vede dal mattino, non inizia nel migliore dei modi l’avventura di Max Verstappen al volante della Toro Rosso di Formula 1. Durante un’esibizione a Rotterdam, al volante di una Red Bull RB7 del 2011, il giovane pilota olandese prima è andato lungo costringendo i commissari a spingere la sua monoposto e poi è andato a sbattere contro il guardrail, danneggiando visibilmente l’ala anteriore della vettura.

Il figlio d’arte, non ancora 17enne, avrebbe dovuto esaltare la folla orange con testacoda e donuts durante la Rotterdam City Racing. Un’impresa riuscita solo in parte per via della scarsa confidenza con la vettura e rovinata da questo episodio che ha già fatto il giro del web.

Max farà il debutto nel circus nel 2015 e il suo approdo “prematuro” nell’elitè del motorsport ha già scatenato discussioni e polemiche nel circus (qui i dettagli). Il primo pilota della storia non ancora maggiorenne a cimentarsi nel campionato più importante del mondo ha comunque dimostrato le sue doti sia nel kart che nella Formula 3. Il tempo e la pista diranno se sarà pronto per il grande salto. La figura del weekend, tra pochi mesi, sarà già un lontano ricordo.

LEGGI ANCHE

Pilota più giovane in F1: il baby Verstappen alla Toro Rosso