“Che bella sensazione, vincere di nuovo!” Esordisce così Fernando Alonso nel suo blog ufficiale parlando della vittoria di Silverstone che, secondo molte persone, l’ha rimesso in lista per il titolo iridato. Matematicamente, può avvenire il miracolo?

Il pilota Ferrari sostiene che il giorno del Gran Premio è difficile rendersi conto di quel che accade perché le cose da fare sono tante tra conferenze stampa e debriefing, ma basta un giorno per ritrovare la felicità.

Alonso attribuisce gran parte della vittoria alle modifiche della macchina, ma spiega che per parlare del titolo iridato è davvero presto.

La matematica, d’altronde, non è dalle sua parte. Attualmente la distanza tra Alonso e Vettel è di 92 punti. Vettel guida la classifica mondiale con 204 punti ed Alonso è terzo con i suoi 112. Tra loro c’è Webber che finora ha portato a casa la bellezza di 124 punti.

Le gare ancora da disputare sono 10, una decade di circuiti su cui i primi tre cercheranno di racimolare più punti possibile. Il problema è che se anche Alonso vincesse tutte le gare, chiuderebbe il mondiale con 362 punti. Vettel, facendo sempre secondo, chiuderebbe il mondiale sempre in testa con 384 punti.

L’unica speranza per Alonso è che Vettel non disputi alcune gare o comunque perda terreno senza salire sul podio. I diverbi tra Red Bull e Webber, che avrebbero potuto mettergli un bastone tra le ruote, in realtà, sono venuti meno.