Felipe Massa, stavolta, non ha proprio niente da rimproverarsi, anche se alla fine della gara di Monza gli resta ancora un sogno: tornare sul podio. Nel Gran Premio d’Italia ci è andato molto vicino. E’ tardivo nella ripresa ma dimostra ancora di essere un campione. 

La splendida gara di Massa a Monza parte con uno scatto al via, fulminante, che gli regala un posto d’onore davanti a Button. D’onore visto che la McLaren sta dimostrando un grande progresso tecnico in questo finale di gara.

Massa, alla prima curva, prova anche ad attaccare Hamilton ma poi deve assolutamente mollare la presa. Si limita a tenere il ritmo dei migliori e fa godere il pubblico con questo stile di guida decisamente riscoperto.

Alla fine, però, il trentunenne brasiliano di Maranello, vede sbriciolarsi i suoi sogni da podio quando è costretto a cedere prima a Perez e poi anche ad Alonso. Dalle dichiarazioni in conferenza stampa, è evidente che non ha rimorsi, giusto una critica all’usura delle gomme:

 E’ stato un peccato. Oggi avevamo una situazione complicata e fare una sola sosta è stato difficile. Comunque è stato un buon risultato per la squadra. Dall’inizio alla fine della gara abbiamo avuto problemi con la telemetria, ma il vero problema sono state le gomme oggi. Mi aspettavo di avere meno degrado.