Con l’undicesimo sigillo stagionale, Marc Marquez ha eguagliato il record di Valentino Rossi del 2005. Ma stavolta il campione del mondo ha dovuto fare i conti con uno scatenato Jorge Lorenzo. Per vincere a Silverstone (qui il report), il pilota della Honda ha dovuto tirare fuori dal cilindro un sorpasso al limite. Al 18esimo giro. Lorenzo ha preso troppi metri e non è più riuscito a recuperare dopo aver piazzato un controsorpasso aggressivo.

Il dibattito sulla regolarità della manovra è aperto: quel che è certo è che il sorpasso di Marquez appare leggermente sopra le righe e ricorda quello dello scorso anno a Jerez de la Frontera che fece scoppiare le prime scintille tra i due. Jorge in conferenza stampa non ha raccolto provocazioni: “È stato aggressivo, non scorretto. Ha una moto che glielo permette ed è un grande staccatore”. Ma a microfoni spenti non si è trattenuto: “Se non mi tiravo su con la moto finivo come l’anno scorso a Jerez o cadevo. Non vado a protestare in direzione gara, perché vedo che tanto non risolvo niente. Questo è l’andazzo e mi devo adeguare”.  Come dire: la Dorna tutela Marc ed è inutile lamentarsi. In effetti le decisioni della Commissione gara latitano ma è un po’ la regola generale e nei casi delicati si interviene meno possibile.

Anche Lin Jarvis, boss delle corse Yamaha, dice la sua: “Da tempo chiediamo alla direzione gara di essere più attiva. Anche questa manovra di Marc era al limite”Di diverso avviso, ovviamente, il campione del mondo: “Ci siamo toccati leggermente alla curva 13. A quella successiva l’ho passato con una manovra aggressiva, ma lì non c’è stato contatto. I finali di gara sono così. Lo scorso anno mi aveva passato lui all’ultimo giro, e un piccolo contatto c’era stato”. Una tesi sostenuta anche dal team principal Honda Hrc, Livio Suppo: “Alla Yamaha si vadano a rivedere la gara del 2013 qui a Silverstone: Jorge aveva fatto una cosa molto simile”.

I filmati, in effetti, non mentono e un anno fa era toccato a Jorge fare “la parte del cattivo”. Sabato a Silverstone c’erano già state le prime scaramucce con il maiorchino che aveva platealmente “mandato a quel paese” il rivale per averlo quasi tamponato. Ora l’ennesima puntata. Lorenzo cercherà sicuramente di “vendicarsi” nei prossimi GP.

Il video di Sky del sorpasso di Marquez su Lorenzo

LEGGI ANCHE

MotoGP 2014 tv Cielo: in chiaro le gare del motomondiale

Classifica piloti MotoGP 2014

Marc Marquez MotoGP: il nuovo fenomeno polverizza record su record