La maratona di Roma 2016 è ancora una volta di Alex Zanardi. L’ambasciatore del brand BMW ha iniziato la sua stagione di handbike con una vittoria ed un nuovo record della gara: il 49enne atleta bolognese ha festeggiato la sua quinta vittoria nella prestigiosa corsa capitolina, una delle più importanti maratone d’Europa.

Il pilota ufficiale di BMW ha anche migliorato di due minuti e mezzo il suo record per la gara già stabilito nel 2012. Zanardi ha gareggiato con la sua handbike, con la quale ha già vinto otto titoli di campionato mondiale e due medaglie d’oro paralimpiche: “E’ stata una giornata meravigliosa. Questa è una delle migliori maratone del mondo e ci sono andato sapendo che avrei fatto bene, consapevole di essermi preparato al meglio – ha commentato Zanardi -. Per me è stato interessante confrontare la mia prestazione alle precedenti qui a Roma. Sono stato due minuti e mezzo più veloce che nel 2012, quando ho stabilito il mio record precedente proprio durante i prep arativi per i Giochi Paralimpici di Londra. Per questo motivo sono veramente felice perché questa volta ho realizzato una buona prestazione”.

Alex Zanardi ha completato il percorso firmando il nuovo record in 1:09:15. Al momento di superare il traguardo, aveva un vantaggio di oltre sei minuti e mezzo sul secondo, Mauro Cratassa: “Il tempo è abbastanza buono, considerando quanto sia difficile questo percorso, che attraversa tutto il centro della città, di cui un terzo consiste di strade con sanpietrini e complessivamente è molto accidentato e con parecchie curve strette. Quindi non è un circuito che si potrebbe definire lineare e veloce” ha aggiunto Zanardi.

Il prossimo weekend, Alex sarà di nuovo a bordo della sua handbike in un evento di paraciclismo a Marina di Massa in Toscana, con una prova cronometrata ed una gara su strada. Utilizzerà questo evento come parte del suo programma di allenamento. Zanardi non ha gare automobilistiche in programma per il 2016 e si sta concentrando totalmente su quelle di paraciclismo per arrivare in piena forma alle Olimpiadi di Rio 2016.