Per migliorare il servizio, le mappe car2go si aggiornano a Milano e Roma. Il 16 luglio 2015 entreranno in vigore le modifiche all’area di noleggio nel capoluogo lombardo e nella capitale eliminando delle zone molto ridotte dove purtroppo le auto restano a lungo inutilizzate. Obiettivo garantire una minore dispersione dei veicoli nelle zone della città dove queste restano inutilizzate a lungo.

Questa piccola misura di razionalizzazione dell’area operativa arriva in seguito alla creazione di nuove zone di noleggio in alcuni comuni dell’hinterland milanese, e ha lo scopo di garantire una più alta disponibilità di veicoli dove la domanda di essi è maggiore. A partire dal 16 luglio sarà infatti possibile iniziare e terminare un noleggio in determinate aree del Comune di San Donato Milanese, Assago Nord e Assago Forum, Pero e Sesto San Giovanni.

car2go ha comunicato via mail ai propri clienti le modifiche partendo dal presupposto che i veicoli devono essere reperibili alla minor distanza possibile, soprattutto nelle zone nevralgiche della città. Stesso discorso a Roma dove car2go punta ad aumentare la disponibilità di veicoli dove invece sono quotidianamente molto richiesti. Secondo car2go gli utenti si accorgeranno dei “benefici in termini di densità di auto dove sono più richieste”.

Nella capitale si potrà circolare e parcheggiare all’interno delle ZTL, eccetto la nuova zona ZTL A1 (Tridente) che è interdetta al car sharing. Gli orari di vigenza della ZTL “A1″ sono dalle ore 6,30 alle ore 19,00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 10,00 alle ore 19,00 il sabato. Qui potete trovare la mappa dell’attuale area di noleggio di Milano (valida fino al 15 luglio 2015) e la nuova area di noleggio (valida dal 16 luglio 2015). A questo link, invece, è possibile consultare e scaricare la mappa di Roma. A Torino, invece, sono cambiate le modalità di sosta in zona San Salvario (via Nizza, corso Marconi, via Madama Cristina, corso Vittorio Emanuele). Nel capoluogo piemontese l’iscrizione a car2go è gratuita con 30 minuti in omaggio fino al 31 luglio. E il servizio sarà lanciato nei prossimi giorni anche a Bologna.