Marco Simoncelli, detto Sic, è morto il 23 ottobre scorso durante una competizione del Motomondiale e sembra che l’incidente sia avvenuto ieri. Le celebrazioni in suo onore si rincorrono.È stato molto bello vedere tutti i suoi colleghi sfilare a Valencia e ricordare con il rombo delle moto il pilota scomparso. Le esequie, per chi non lo ricordasse, sono state celebrate nel suo paese d’origine, Coriano, dove era stata allestita anche la camera ardente.

Proprio a Coriano l’amministrazione ha deciso di dedicare un monumento a Sic. La volontà è quella di ritagliare uno spazio abbastanza ampio sulla scalinata di via Garibaldi. Finora molti ragazzi, parenti, tifosi, hanno deposto fiori un po’ da tutte le parti.

In questo modo si avrebbe “un cimitero a cielo aperto”, comodo da usare da parte di chi vuole anche solo fermarsi a lasciare dei fiori. Da qualche foto sbirciata online, si vedono tanti numeri 50 disposti negli spazi per gli annunci pubblicitari. D’effetto.

La scalinata, poi, collega via Garibaldi alla parrocchia, così che i turisti possano anche onorare nello spirito un ragazzo che tutti ricordano come solare e impulsivo.

In più l’amministrazione di Coriano ha deciso di dedicare il palazzetto dello sport del paese a Marco Simoncelli, che avrà già una dedica nel circuito di Misano.