Si chiama Luiss Green Mobility il primo servizio di mobilità elettrica connessa e condivisa che trasformerà il modo di muoversi in città dell’intera comunità universitaria romana che potrà spostarsi tra le sedi dell’Università e tra le vie della capitale con auto, biciclette e scooter elettrici.

Martedì 5 luglio 2016 l’Ateneo ha lanciato il primo servizio di mobilità sostenibile intelligente che permette di usufruire di tutte le stazioni di ricarica tramite una semplice applicazione, senza alcun tipo di restrizione contrattuale. Con un numero iniziale di 54 mezzi il servizio permetterà di spostarsi dalle tre sedi dell’Università a tutta la città di Roma: “Luiss Green Mobility risponde all’esigenza di un’ecologia più sociale e di un ambiente più tutelato nell’ottica di una formazione in cui il rispetto per la natura e per il bene comune siano un tassello imprescindibile per la crescita di ciascuno dei nostri studenti” spiega il Direttore Generale Giovanni Lo Storto.

Tramite la tecnologia BOMTS (Banking Operations Maintenance Telematics and Security), tutte le infrastrutture di ricarica intelligenti saranno connesse via server a un’innovativa piattaforma ICT per utilizzare il sistema integrato di mobilità elettrica, senza la necessità di avere un badge di riconoscimento o di stipulare un contratto col rivenditore di energia. A partire da settembre, gli studenti LUISS avranno a disposizione un totale di 18 auto elettriche, 24 e-bike e 12 ciclomotori dislocati nelle tre sedi dell’Università. Rispettivamente, nel campus di viale Romania 32, saranno disponibili 10 auto elettriche e 5 stazioni di ricarica, unite alle 4 auto elettriche e 2 stazioni di ricarica nella sede di viale Pola 12 mentre nella sede di via Parenzo 11 ci saranno 4 auto e 2 stazioni di ricarica. In ciascuno di questi tre punti saranno ospitate anche 24 biciclette a pedalata assistita e 12 ciclomotori elettrici. Il servizio sarà esteso, nel medio termine, anche agli abitanti della Capitale e ai turisti. Successivamente saranno aggiunte due ulteriori postazioni strategiche, che offriranno al pubblico l’utilizzo di 4-6 autovetture.

In partnership con Electric Drive Italia, Mercedes Benz Italia e in collaborazione con Intesa San Paolo, la flotta Luiss Green Mobility potrà essere attivata in qualsiasi momento tramite un’app per smartphone e sarà quindi disponibile 24 ore su 24: “Siamo orgogliosi di poter offrire il nostro contributo a questo nuovo importante progetto di mobilità – ha detto Roland Schell, Presidente di Mercedes-Benz Italia. - Un investimento per il futuro e la cultura di una mobilità intelligente, perché connessa, integrata ed eco-sostenibile, che vede ancora una volta protagonista la nostra smart elettrica“. Gli fa eco Daniele Del Pesce, CEO di Electric Drive Italia: “Il progetto Luiss Green Mobility rappresenta in concreto una soluzione progettuale altamente tecnologica, con infrastrutture elettriche ed ICT, costantemente accessibili al pubblico italiano e straniero in tempo reale”. Il servizio è arricchita dallo scooter sharing elettrico della startup 2Hire, ideata e guidata dal giovane neolaureato LUISS, Filippo Agostino.

Non è la prima volta che l’Ateneo fa della sostenibilità uno dei suoi tratti distintivi, dalla mobilità alla gestione delle proprie sedi. Dopo un percorso iniziato oltre un anno fa, infatti, il campus di Viale Romania 32 ha ottenuto la LEED Existing Building, il protocollo volontario di sostenibilità che si concentra sulle prestazioni e sulla gestione degli edifici esistenti e una delle più prestigiose certificazioni al mondo di qualità ambientale. La certificazione LEED rappresenta anche un’opportunità per gli studenti per mettere in pratica i principi della sostenibilità, arricchendo il proprio curriculum con LEED LAB, un percorso con corsi e moduli formativi sui temi della sostenibilità che prenderà il via il prossimo anno accademico.