La casa automobilistica Lotus è pronta ad approdare sul mercato orientale con un nuovo SUV sportivo che possa competere sul mercato con il Porsche Macan. La vettura dell’azienda tedesca vende, ogni anno, nel mercato cinese 30.000 unità del suo SUV di punta, con l’obiettivo di raggiungere, al più presto, le 50.000 unità vendute, secondo le previsioni Porsche, entro il 2017.

Lotus, brand controllato dalla società Malese Proton, presenterà un nuovo SUV entro il 2019; lo stesso CEO di Lotus, Jean-Marc Gales, ha affermato: “sarà il primo SUV ultraleggero al mondo”, giocando sul fatto che una delle caratteristiche principali dei modelli Lotus è proprio la leggerezza della vettura in rapporto alla potenza. Secondo le prime indiscrezioni il nuovo SUV peserà circa 200 kg in meno rispetto ai suoi concorrenti.

Le dimensioni del nuovo modello Lotus saranno molto simile, in tutto e per tutto, a quelle della Porsche Macan e dell’Audi Q5, un’altra vettura molto inflazionata nel mercato orientale. La produzione del nuovo modello avverrà interamente in Cina, nello specifico in uno stabilimento nuovo che nascerà da una collaborazione tra Lotus, Proton (proprietaria del brand) e Goldstar Haevy Industrial (azienda cinese di engineering e commercio).

Al Salone di Ginevra del 2009. Lotus aveva già presentato ad un crossover sportivo, chiamato APX (Advanced Performance Crossover), dotato di motore 3.0 V6 proveniente dalla gamma delle sportive Lotus. Questa volta sotto il cofano “potremmo far ricorso ad un turbodiesel Toyota”, dichiara il CEO Marc Gales.