La Lotus, alla fine della sessione di test, è stata considerata la squadra con il più alto margine di miglioramento di tutto il campionato di Formula 1, soprattutto in considerazione del suo parco piloti, arricchito della presenza di Kimi Raikkonen

Il finlandese ex campione del mondo ci tiene a dimostrare di essere tornato per vincere e di volere, in un modo o nell’altro, raggiungere presto il podio in uno dei prossimi GP. Eppure fino a questo momento le prestazioni della Lotus lasciano un po’ a desiderare.

Tutto l’entusiasmo dimostrato nei confronti di Grosjean si è dimostrato un fuoco di paglia, visto che il francese, lontano dalle prestazioni espresse in qualifica e nei test, ha collezionato soltanto 5 giri in due gran premi. Tutte le speranze, allora, sono riposte in Iceman.

Grosjean sostiene di aver fatto un’ottima partenza a Sepang ma appena arrivato alla curva 4, per il poco spazio a disposizione per la manovra, ha toccato Schumacher e da quel momento in poi tutto è stato più difficile.

I manager della Lotus non nascondono la delusione per le prestazioni del francese e il team principal dichiara:

Il risultato è un po’ frustrante, avremmo potuto ottenere molto di più da questa corsa. Un altro ritiro per Romain che non aveva guidato sotto la pioggia con questi pneumatici intermedi. Certo, abbiamo raccolto punti con Kimi, ma avremmo potuto e dovuto fare decisamente altri risultati.