Ci si aspettava qualsiasi cosa dal Gran Premio d’Ungheria ma una lotta così intensa anche tra due compagni di squadra come Raikkonen e Grosjean, forse era lo spettacolo mancante. 

Hungaroring è una pista molto difficile che dopo due gran premi sotto la pioggia battente, ha accolto i piloti con un sole molto forte. Molti piloti, certi di quel che avevano fatto vedere a Silverstone e in Germania, pensavano di andar bene solo con la pista bagnata.

Ma niente da fare (facciamo per dire!), la Lotus convince sull’asciutto e sul bagnato e l’ottima performance di Raikkonen e Grosjean fa fare un balzo alla scuderia nella classifica costruttori. Quest’anno sia la classifica piloti che quella costruttori sono molto strette ma fa piacere vedere la Lotus terza dietro McLaren e Red Bull.

Raikkonen è partito in sordina, poi ha dato una dimostrazione di carattere duellando con il compagno di squadra per mantenere la seconda posizione. Un sorpasso da antologia dell’automobilismo.

Era lo spettacolo che mancava in questa stagione. Il team principal della squadra commenta così l’interessante duello domestico:

L’entrata di Kimi su Grosjean è stata prepotente ma lui voleva vincere a tutti i costi, e poi è stata una manovra regolare. Con Raikkonen abbiamo avuto una strategia perfetta, mentre Romain in una certa fase è stato sfortunato, rimanendo imbottigliato un po’ nel traffico. Siamo comunque soddisfatti della nostra realtà ma dobbiamo lavorare per migliorare ancora.

Poi Kimi si è anche avvicinato pericolosamente ad Hamilton ma non ha avuto le forze per insidiare il primato.