La Lotus aveva già detto che avrebbe inserito delle grosse novità aerodinamiche sulla sua vettura, per questo l’E20 è stata sotto la lente d’ingrandimento durante le prove libere. In pratica è venuto fuori il vecchio F-duct.

Ad Hockenheim sono state portate grandi novità sul settore aerodinamico e ad un primo sguardo sembrava che fosse stato introdotto sulla vettura della Lotus, il doble Drs, conosciuto anche con la sigla Ddrs, una cosa simile a quella già portata in pista dalla Mercedes.

Invece, gli osservatori hanno capito dopo qualche giro di essere di fronte a qualcosa di diverso, un vero e proprio F-Duct, di quelli che nella stagione 2010 erano stati banditi. Sembra che siano stati riabilitati e modificati in modo da rispettare i paletti stabiliti dalla FIA.

A livello tecnico, chi ha seguito anche la gara, avrà notato due grosse bocche ai lati della presa d’aria del motore. Strumenti che alimentano il sistema aerodinamico trasferendo l’aria fino alla parte terminale del cofano.

Quel che succede sotto il motore, quando poi l’aria si sdoppia, non è ancora del tutto noto. Si presuppone l’esistenza di uno slot che – convogliata l’aria da quella parte – fa perdere il carico diminuendo la resistenza nell’avanzamento.

Il dispositivo pensato dalla Lotus dovrebbe comunque essere in linea con le regole della FIA.