Sono passati 20 anni da quando la Lotus ha tirato fuori dal cilindro la spider più incantevole degli ultimi tempi, la regina delle sportive compatte, ovvero la Elise: una vettura capace di muoversi con un’agilità straordinaria, e di impensierire, sul misto, anche le più blasonate supercar.

La prima serie aveva uno stile classico e volutamente retrò nel frontale, tanto per rimarcare la parentela nel DNA con auto fenomenali come la Elan, poi è stata aggiornata ed ha ricevuto un design dinamico e al passo con i tempi, ma sostanzialmente è rimasta sempre la stessa: abitacolo spoglio con telaio a vista, strumentazione ridotta all’osso, nessuna concessione al comfort ed un’accessibilità a prova dei famosi cugini del telefilm Hazzard.

Ma forse è proprio questo suo modo di essere che la contraddistingue, e la rende unica, al punto da ricevere una serie speciale in occasione del suo ventesimo compleanno: la Elise 20th Anniversary Edition. Un’auto ancora più leggera della Elise S Club Racer, capace di fermare l’ago della bilancia a 914 chilogrammi

Esteticamente si riconosce per il diffusore posteriore verniciato in nero opaco, e per i retrovisori che contrastano con la tinta della carrozzeria, alla stregua della capote in tela. Le livree disponibili sono quattro e consentono di scegliere tra il blu, il giallo, l’argento ed il verde.

Dietro i sedili pulsa il compatto e potente quattro cilindri 1.8 sovralimentato e capace di esprimere 217 CV e 250 Nm di coppia massima. Si tratta di valori notevoli in rapporto al peso, che consentono alla scoperta britannica di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 4,6 secondi e di toccare una velocità massima di ben 237 km/h. Il tutto con consumi dichiarati di appena 5,9 l/100 km (la leggerezza ha anche altri vantaggi) ed emissioni di Co2 di 173 g/km.

Il prezzo, in Gran Bretagna è di 55.150 euro, ma può crescere se si attinge alla corposa lista degli optional che annovera l’hard-top, il sistema multimediale, e, udite udite, anche il climatizzatore, un lusso da 1.730 euro.