In Malesia, nella prima sessione di test, a primeggiare è Jorge Lorenzo. A lui spetta la prestazione migliore della giornata. In fondo, l’aveva detto anche Stoner che lo spagnolo è “l’avversario da battere”. I primi test di Sepang hanno fatto divertire Valentino Rossi che alla fine della giornata è arrivato quinto. Stoner, almeno nel primo giorno, è stato fermo. Per lui problemi muscolari alla schiena.

Quindi, gli elementi salienti di Sepang sono stati in primo luogo la rincorsa di Valentino Rossi il cui distacco finale da Lorenzo è stato di soli 4 decimi di secondo. Poi però la giornata si è evoluta e Rossi è stato preceduto non solo da Jorge ma anche da Pedrosa, Spies e Crutchlow.

I distacchi, però, sono da considerare umani, recuperabili. L’altro protagonista della giornata è stato Dovizioso, in pista nonostante da poco abbia subito un’operazione alla clavicola. Per lui un secondo di ritardo dal primo e un dignitosissimo sesto tempo.

Le altre novità sono tutte motoristiche. Come ha osservato Rossi, ma come hanno potuto vedere anche gli altri piloti, gli sviluppatori, i tecnici, sono chiamati ad intervenire sula potenza del motore, sull’affidabilità delle moto, sulla loro resa su ogni tipo di circuito.

Per la cronaca, Lorenzo ha fermato il cronometro sui 2’01”657.