A Sachserning doveva salire sul podio Casey Stoner, in modo da consolidare il suo status d’inseguitore ufficiale di Jorge Lorenzo, tenendo fuori dalla portata iridata tutti gli altri avversari. Invece Stoner si è distratto e ne ha approfittato Dani Pedrosa. Cosa pensa Lorenzo del suo secondo posto?

Sul circuito tedesco era evidente che le Honda fossero le moto più veloci in assoluto. Pedrosa e Stoner sono andati in fuga ed hanno gestito fino alla fine il vantaggio accumulato sugli inseguitori. Peccato che l’australiano si sia distratto. Lo scettro è stato consegnato nelle mani di Pedrosa.

Lorenzo non ha preso molto bene questo secondo posto, nel senso che ha dimostrato un piccolo ritardo nello sviluppo della Yamaha. Ai microfoni di Mediaset ha commentato così il piazzamento:

Al penultimo giro ho visto che un pilota con la tuta arancione era caduto, non sapevo se fosse Pedrosa o Stoner, alla fine ho visto che era Casey. Sembrava che tutto fosse contro di noi, avrei preferito in realtà non cadere io ad Assen e lui qui. Oggi era impossibile perché le Honda andavano troppo forte. Non pensavo che Stoner cadesse, lui non cade quasi mai. Ero molto contento per la posizione raggiunta perchè era la massima che potessimo raggiungere. Abbiamo avuto molta fortuna, la verità è che dopo Assen tutto è andato male per noi. Le gare sono un po’ strane, oggi Dani è più vicino, dobbiamo migliorare la moto però perchè le Honda vanno davvero forte.