Le dichiarazioni al margine della vigilia del Gran Premio del Mugello, dimostrano ancora una volta la riverenza dei piloti nei confronti di Jorge Lorenzo considerato da tutti l’uomo da battere. Ecco perché. 

La Yamaha di Lorenzo, come spiega il pilota maillorchino, ha avuto dei problemi elettronici che hanno compromesso le qualificazioni e lasciando il primo posto sulla griglia di partenza a Dani Pedrosa.

Eppure Lorenzo è considerato da tutti l’uomo da battere: Pedrosa e Dovizioso sono d’accordo nel considerarlo il più veloce. Il pilota della Honda in pole al Mugello, ha paura delle partenze dell’avversario e dal ritmo che riesce ad avere in gara. Dovizioso è contento di essergli vicino perché così può sperare in qualcosa di più che un settimo posto.

Ma Lorenzo impressiona anche nelle seconde libere che si porta a casa con soli quattro giri. In pochi chilometri riesce a far congelare il cronometro sul miglior tempo della sessione. L’unico a tenergli parzialmente testa nelle prove libere 2 è Pedrosa che poi andrà a conquistare la pole.

Stoner, invece, ha problemi la mattina e problemi anche il pomeriggio. L’australiano non è certo un avversario temibile per il campione della Honda.

Nelle prove libere si è difesa molto bene la Ducati, al terzo e quarto posto, infatti, troviamo le moto di Hayden e Barbera. Niente da fare per Rossi.