La gara di Sepang che ha visto trionfare Alonso è stata molto particolare visto che la pioggia, come da previsione, ci ha messo lo zampino rovinando la festa ai big. La Ferrari si è imposta a Sepang ma la Rossa mantiene un discreto vantaggio in termini tecnici, dalle monoposto avversarie. Stavolta a fare tutto sembra essere stata la determinazione di Alonso. Vediamo insieme cos’è successo nei primi dieci giri.

Alla partenza Hamilton in pole, seguito dal compagno di squadra Button e da Webber. Subito dopo il verde si registra un testacoda di Schumacher che tocca la vettura di Grosjean. Alonso recupera subito qualche postazione portandosi al quinto posto.

Tra il secondo e il quarto giro vanno ai box Perez, Di Resta, Senna e Massa, mentre Hamilton tenta di allungare su Button, seguito da Webber, Vettel e Alonso. Al quinto giro invece bisogna prendere atto del ritiro di Grosjean, mentre molti piloti tornano ai box per montare le gomme da bagnato.

Da registrare anche un fuori pista di Perez al sesto giro. Il messicano riesce a rientrare in corsa senza problemi e poi si ferma ai box.

Al settimo e poi anche all’ottavo giro entra in pista la safety car. I commentatori spiegano che è la prima volta che succede una cosa del genere. Al nono giro la gara è sospesa. Ci si ferma per più di mezz’ora, poi il giro di ricognizione della safety car decreta che si può riprendere la corsa dal decimo giro.