Come la partenza anche il finale del Gran Premio del Bahrain ha riservato delle sorprese. E pensare che questa gara non si doveva nemmeno disputare. Al giro 42 la situazione è la seguente. Al comando Vettel inseguito da Raikkonen e Grosjean. Il finlandese della Lotus ha tentato il sorpasso sul tedesco ma non c’è stato niente da fare. Anzi,  in pochi giri la Red Bull del campione del mondo ha recuperato terreno.

Vettel che era partito in pole in Bahrain, ha guadagnato secondi dopo secondi. Ma la battaglia, in fondo, non è stata quella ai vertici.

Interessante e anche un po’ irritante il comportamento di Rosberg che prima ha mandato fuori strada Hamilton. L’inglese, infatti, ha deciso con una  manovra un po’ azzardata di evitare il contatto con la Mercedes. Poi la stessa dinamica si è ripetuta con Alonso.

Ma Rosberg non ha mollato, deciso ad chiudere la gara almeno in quinta posizione visto che il quartetto di testa sembrava non mollare affatto la presa. E così ha provato un sorpasso su Di Resta al giro 52, proprio mentre Hamilton dava del filo da torcere ad Alonso.

Di Resta subisce anche l’attacco di Button che poi deve fermarsi ai box per una foratura e decide di non rientrare in gara. Al giro 55 si ritira anche Senna. Vettel controlla la gara e va a vincere senza problemi.