Se si tenesse conto soltanto di quello che succede nelle prove libere 1, allora non si avrebbe assolutamente il polso del gran premio. Nelle seconde prove libere a Monza, infatti, contrariamente a quanto accaduto nella mattina, ha primeggiato la McLaren ed ha riguadagnato terreno la Ferrari. 

A Monza, le prime prove libere, avevano consacrato sull’altare del GP italiano le Mercedes che avevano portato allo stremo delle forze la vettura, velocissima sulla pista italiana, ma avevano di pari passo consumato eccessivamente gli pneumatici.

Il problema con le PZero non è stato risolto nelle prove libere 2, anzi, per le Mercedes, c’è stato un ulteriore problema con il DRS che ha messo le ganasce alle monoposto di Schumacher e Rosberg.

Molto bene, invece le McLaren di Hamilton e Button che sul traguardo fanno registrare i due migliori tempi di giornata, fermando il cronometro sul 1:25.290. Il ritmo scandito da Hamilton, protagonista di una conferenza stampa al vetriolo, è stato assolutamente perfetto. Adesso ci si aspetta una continuità in gara come ciliegina sulla torta di un fine settimana iniziato bene.

Subito dietro le McLaren vanno alla grande anche le Ferrari, sia quella di Alonso che aveva dovuto sostituire un pezzo nella mattina, e sia quella di Massa che migliora la performance con un quarto posto assoluto.