La legge di stabilità nel testo approvato dal Governo sta scontentando molti, dalla Confindustria ai sindacati. Anche nel mondo dell’auto non si sta certo brindando ai provvedimenti decisi dalla classe politica in materia economica, soprattutto pensando a quanto l’intero apparato pubblico incassa da produttori e automobilisti.

Anche la Mercedes-Benz Italia ha voluto esprimere preoccupazione. Roland Schell, il direttore generale della filiale italiana della casa con la stella, ha diffuso il suo pensiero in una nota: “La stabilità rappresenta un fattore determinante nella dinamica di marcia, ma non solo. Tutto il mondo dell’automobile chiede stabilità e purtroppo ancora una volta gli interessi dei nostri clienti e dei partner della filiera sul territorio sono i grandi assenti dai provvedimenti presi dal Governi per il rilancio dell’economia. Nessuna misura che prenda in considerazione un settore che rappresenta circa l’11% del PIL e che, nel 2012, ha generato 72,7 miliardi di euro di entrate fiscali, pari al 17% del totale delle entrate fiscali“.

Chiarissimo. Solo chi ha il dovere di capire pare non comprenderlo…

LEGGI ANCHE:

Mercato italiano – Settembre 2013

Quanto ci sei costato superbollo