Il MotoGP di Le Mans, sarà stata la pioggia, ma si è presentata come una delle gare più avvincenti della stagione, almeno fino a questo momento. Sulla griglia di partenza il poleman è Pedrosa, che scatta alla grande mentre dietro il primo ad uscire di strada è Randi De Puniet.

La partenza di Pedrosa è fulminante, il pilota della Honda ci tiene a dare un colpo morale a tutti i suoi avversari ed in effetti ci riesce ma si capisce subito che anche Lorenzo non teme il confronto.

In fondo l’abbiamo detto più di una volta: il mondiale è possibile che se lo giochino Jorge Lorenzo e Casey Stoner. L’australiano, però, parte con il morale un po’ a terra, viste le numerose critiche e perplessità espresse nell’ambiente motociclistico dopo l’annuncio del ritiro a fine stagione.

In una posizione molto interessante ci sono anche Rossi, Dovizioso e Crutchlow.

Lorenzo, alla fine del primo giro è già in testa dopo aver messo in fila le Honda di Pedrosa e Stoner. Dopo quattro giri ha già un vantaggio di quattro secondi su Stoner. Valentino Rossi dimostra un’insolita verve e si porta in quarta posizione.

Nel finale, Rossi, in un gioco di sorpassi, riesce a dominare l’australiano e sale sul secondo gradino del podio. Peccato per l’epilogo della gara di Dovizioso e Crutchlow.