6’47″50: è questo il record sul giro al Nurburgring, fatto segnare nel 2010 dalla Pagani Zonda R. Com’è quindi possibile che un passaggio nell’inferno verde in 8’09″099 possa rappresentare un primato? Semplice, basta che a farlo sia un’auto elettrica, come ad esempio l’Audi R8 e-tron. La coupé ad emissioni zero di Ingolstadt infatti ha fermato il cronometro su tale tempo, risultando l’auto con motore elettrico più veloce di sempre sul Ring.

Mossa da 2 motori elettrici con una potenza complessiva di 280 kW (380 CV) e ben 820 Nm di coppia la R8 e-tron è riuscita a far segnare un tempo inferiore di circa 5 secondi rispetto alla versione dotata del classico V8 di 4,2 litri, segno che ormai le differenze prestazionali tra classici motori a benzina e motori elettrici non è più così marcata. Certo, il problema rimane l’autonomia, ma pian piano si arriverà anche a saltare quell’ostacolo.