Manca meno di un mese al Salone di Ginevra, e i nomi più importanti dell’automobilismo mondiale sono pronti a sfornare le ultime novità. In questo scenario però, anche le vetture elaborate avranno il loro spazio ed un pubblico esigente e competente che verrà ad ammirare le novità proposte dai tuner. Per questo Startech presenterà, nel corso della manifestazione elvetica, la sua ricetta per donare ulteriore verve alla Land Rover Discovery Sport.

Le modifiche principali riguardano l’estetica della vettura, ma anche il motore è stato reso più prestante. Così, andando per gradi, segnaliamo uno spoiler anteriore con luci diurne a LED integrate, il paraurti posteriore modificato, in grado di circondare completamente l’impianto di scarico, ed un appariscente spoiler sul bagagliaio. Chiaramente, come ogni elaborazione che si rispetti, i cerchi in lega di serie sono stati sostituiti da ruote più grandi, in questo caso da 22 pollici, mentre l’altezza da terra è stata ridotta, al fine di ottenere un comportamento più dinamico nella guida su strada.

Non mancano elementi di personalizzazione anche nell’abitacolo, dove Startech consente ai proprietari di ordinare selleria su misura in pelle o in Alcantara, e poi, per aggiungere ulteriore grinta, offre la pedaliera in metallo, le soglie battitacco illuminate, l’immancabile fibra di carbonio o, volendo, le finiture in legno.

Sotto il cofano pulsa il turbodiesel 2.2 rivitalizzato ulteriormente dal kit PowerXtra SD22 che innalza la potenza fino a 207 CV, per un aumento totale di 19 CV e 29 Nm.

Tutte queste modifiche hanno portato ad ottenere un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 8,9 secondi. Si tratta di dati interessanti, che rendono più sportiva un’auto nata essenzialmente per un utilizzo quotidiano e per il tempo libero.

Non sono ancora stati comunicati i prezzi, ma è chiaro che l’elaborazione andrà ad influire sul listino, visto che si tratta di contenuti in grado di rendere la Land Rover Discovery Sport in questione decisamente esclusiva.