La Lamborghini va a gonfie vele, il fatturato aumenta, la nuova Huracan piace ai clienti, e l’Aventador è una certezza che presto diventerà ancora più accattivante con la cattivissima variante SV.  Chiaramente, la gamma non è ancora completa, manca un modello specifico, quasi imprescindibile anche per un Marchio come quello di Sant’Agata Bolognese: un SUV.

Certo, non sarebbe una vettura pensata per le famiglie numerose o per gli amanti dell’avventura nel tempo libero, ma una granturismo a ruote alte che riproporrebbe tutte le qualità di ogni Lamborghini, ma con un baricentro più alto.

Il nome c’è già, o almeno è previsto, Urus, ma a quanto pare il suo arrivo non è così scontato come può sembrare. I piani alti del Gruppo Volkswagen ci starebbero ancora pensando, e il CEO della Casa del Toro, Stephan Winkelmann, ha dichiarato ad Autoblog.com che, se la società deciderà di aggiungere alla gamma un nuovo modello, sarà con ogni probabilità un SUV, visto che si tratta di un segmento in crescita e molto ben distribuito in termini di volumi in tutto il pianeta.

Probabilmente, l’auto adotterà un’unità propulsiva ibrida, come ha specificato Winkelmann e, in base a delle relazioni emerse lo scorso anno, il motore termico dovrebbe essere un V8, mentre la potenza complessiva potrebbe aggirarsi intorno ai 680 CV.

La Urus potrebbe sfruttare l’ottima base fornita dalla nuova Audi Q7, mentre lo stile dovrebbe riprendere quello della concept presentato al pubblico ed agli addetti ai lavori nel 2012. Quindi, linee tese, con grandi prese d’aria e gruppi ottici taglienti, in nome del family feeling, passaruota muscolosi, fiancate scolpite e terminali di scarico importanti dal design squadrato.

L’auto andrebbe a definire un concetto di SUV ancora più sportivo ed esclusivo; inoltre, adesso che anche Rolls-Royce e Bentley stanno per presentare al mondo le loro creature a ruote alte, una proposta Lamborghini nel segmento non risulterebbe di certo troppo ardita.