Lamborghini Miura – Automobili Lamborghini ha inaugurato presso il suo Museo storico di Sant’’Agata la mostra d’’arte “Velocità e Colore”, in programma dal 27 aprile fino al 30 giugno, in celebrazione dei 50 anni della Lamborghini Miura. Ad aprire ufficialmente l’esposizione Stefano Domenicali, CEO di Automobili Lamborghini, Vittorio Sgarbi, critico e storico dell’arte e il pittore Alfonso Borghi, autore delle 10 opere inedite (otto da 200×150 cm, due da 180×180 cm) a olio e tecnica mista che intendono interpretare l’essenza, il dinamismo e i colori delle vetture del marchio del Toro, dall’’iconica Miura alla Reventón, dalla Sesto Elemento all’’Aventador.

L’’esposizione si inserisce nella collezione del Museo Lamborghini di Sant’’Agata Bolognese dove si possono ammirare sia vetture storiche come la 350 GT, la Miura, la Countach, la ’LM 002 e la Diablo, sia concept e vetture in serie limitata come la Reventón, la Sesto Elemento e l’’Urus, il concept del futuro SUV Lamborghini. Presso lo stand sono esposti alcuni inediti progetti di restauro a cura del Polo Storico Lamborghini: la restaurata Lamborghini Miura SV originale del Salone di Ginevra del 1971, un telaio Miura, per illustrarne il restauro in corso d’opera, e un motore Miura completamente revisionato.

La Lamborghini Miura rappresenta un caso unico di automobile che rivoluzionò il settore delle sportive negli anni sessanta. Progettata nel 1965 dal team ingegneristico Lamborghini, sotto la guida di Gian Paolo Dallara e Paolo Stanzani e vestita da Marcello Gandini per la Carrozzeria Bertone, era alta 105 centimetri con una altezza minima da terra di 135 millimetri. Dotata di motore centrale posteriore disposto in senso trasversale a 12 cilindri a V di sessanta gradi, quattro litri di cilindrata, unico blocco comprendente cambio e differenziale, sviluppa una potenza di 350 CV a 7000 giri e una velocità massima record per quei tempi di 280 km/h. Presentata al Salone di Ginevra del 1966, riscuote un successo mondiale con la consegna di 763 esemplari in tre differenti versioni dal 1966 al 1972 e in ben 60 diversi colori.

La Mostra “Velocità e Colore fa parte di una serie di eventi e iniziative legate ai festeggiamenti dei 50 anni della Lamborghini Miura. Le celebrazioni sono state avviate a marzo al concorso di Amelia Island (USA) della Miura SV originale, quella presentata al Motorshow di Ginevra del 1971, e oggetto di più di un anno di restauro da parte del PoloStorico Lamborghini. I festeggiamenti sono proseguiti dal 6 al 10 aprile alla Techno Classica a Essen (Germania), la fiera mondiale per auto d’’epoca e culmineranno in un grande tour rivolto ai clienti Miura di tutto il mondo che dall’’8 al 12 giugno si ritroveranno in Italia: partenza da Bologna, passaggio per la sede di Lamborghini a Sant’Agata Bolognese e per la Dallara Automobili a Varano de’’ Melegari (Parma) per un saluto a Gian Paolo Dallara, a cui si deve la progettazione della Miura nel 1965. Il viaggio, oltre 500 km in 4 giorni, attraverserà Emilia, Liguria e Toscana e si concluderà a Firenze. L’’esposizione, in programma dal 28 aprile al 30 giugno, è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17.